Mai come oggi la formula del baratto è tornata di attualità. Sarà che mancano i soldi per il cosiddetto “superfluo”, viaggi compresi; sarà il timore e l’incertezza per il futuro; fatto sta che – oramai da tempo – alcune tipologie di consumo sono calate a picco.
Ma la necessità aguzza l’ingegno, e qualcuno si è inventato un nuovo modo per godersi gite e soggiorni fuori casa a corso zero. E – tanto per cambiare – il canale per arrivarci è la rete.

Due siti ad hoc
Se hai tempo e voglia di metterti in gioco le possibilità sono tante, e puoi approfittarne già nelle prossime festività natalizie. Ne abbiamo selezionate due, fra le principali proposte su Internet: una per riscoprire le località italiane, l’altra per chi preferisce andare all’estero; l’una indicata per brevi soggiorni e l’altra adatta a chi vuole trascorrere all’estero il cosiddetto “anno sabbatico”.
In giro per l’Italia
Un pernottamento con colazione in cambio della collezione di Cd o di francobolli che ormai non ti interessa più, o di una lezione di tango argentino (quel corso dovrà pure esserti servito a qualcosa…). Un soggiorno gratuito e la possibilità di vivere la faticosa ma affascinante avventura di una raccolta di olive. E ancora: avere finalmente un book fotografico tutto tuo – e a costo zero – “prestando” la tua casa al mare per un week-end. Se ti connetti sito www.barattobb.it. puoi provare a fare tutto questo. Puoi cercare un fotografo professionista in cerca di un pernottamento gratuito dalle tue parti, o trovare il tuo B&B per un week-end fuori città.

Compila la lista dei desideri
Il portale è una sorta di piattaforma dove domanda e offerta si incrociano. Se hai un alloggio da offrire devi iscriverti al sito, specificando le caratteristiche – interne e del contesto geografico – dell’appartamento o della camera che intendi offrire. Il passaggio successivo è la compilazione della “lista dei desideri”, ciò che tu chiedi ai tuoi ospiti in cambio del soggiorno. Puoi sbizzarrirti: le richieste vanno dal cestino di prodotti gastronomici tipici all’imbiancata alle pareti dell’appartamento, passando per la “prestazione” di idraulico o di qualcuno che faccia il restyling del sito web.
Compilata la lista, la tua offerta diventa pubblica, e non ti resta che aspettare che qualcuno si proponga.

La ricerca e la proposta “soggiorno contro soggiorno”
Diverso il meccanismo se tu, invece, cerchi ospitalità per la tua breve vacanza. In quel caso conviene cominciare la ricerca per regione, e andare a spulciare tra le richieste dei diversi B&b, fino a trovare la formula che fa per te. Dopo non ti resterà che contattare il tuo ospite attraverso il sito.
Non hai nulla da offrire? In quel caso puoi anche optare per la formula “soggiorno contro soggiorno”: se vivi in una città d’arte o possiedi una casa vicina a mare o montagna nulla ti vieta di proporre uno scambio.
Per chi ha paura di rischiare, il portale offre la sezione con i commenti lasciati dagli ospiti che già hanno provato l’esperienza sul singolo alloggio: leggendoli in anticipo si possono infatti prevenire brutte sorprese.

Gratis all’estero

Ricordi le ragazze “alla pari”, che negli anni ’80 e ’90 giravano in mondo offrendosi come baby sitter a tempo pieno?
Se il tuo desiderio è quello di prenderti un anno sabbatico, e magari approfondire una lingua straniera, puoi prendere esempio da loro, e iscriverti al sito www.workaway.info. Non c’è posto solo per le baby sitter, ovviamente. Puoi chiedere ospitalità presso qualcuno concordando con lui il servizio che intendi proporre in cambio, e le ore in cui svolgerai queste attività. L’importante è che tu conosca almeno una lingua straniera, il sito è scritto in Inglese, Francese, Spagnolo e Tedesco.
Il sito è una grande banca dati, dove trovi persone (anche single), famiglie, e organizzazioni di ogni paese, che si offrono di prendere con sé qualcuno in cambio dei servizi più disparati: dal baby-sitting al giardinaggio, passando per le lezioni di musica o i lavori manuali.

Aggiungi un commento

Torna alla Home